Musica

Musica

“Che palle ‘sti pinfloi !”

Già col titolo mi sono bruciato metà dei lettori. Non so se la metà iconoclasta, che di Pink Floyd non ne vuol (più) sentir parlare, o la metà dedita all’idolatria, che non parlerebbe d’altro. O forse tutte e due le metà…

Musica

Nina Simone – Sings the Blues

Mi dispiace, forse in queste ultime recensioni risulterò un po’ noioso (ove non lo risulti in generale) ma devo tornare a parlare di emozioni, anziché di descrizioni.

accessori

Il progetto Videohifi.com

QUESTA RIVISTA NON SARA’ GRATUITA PER SEMPRE
Perché?
Perché non crediamo nel gratuito, non ci crediamo più, semmai ci avessimo creduto.
Perché il gratuito non è gratuito, si paga caro…

INTERVENTI

La vignetta

Riviste e social network

di Matteo Lupatelli

Notizie

Audio, ergo sum

Il lungo racconto qui pubblicato è nato alcuni anni fa, in risposta a un vecchio estimatore -bontà sua- delle mie passate attività di progettazione elettroacustica. Tramite non ricordo più quale canale social, mi chiedeva aneddoti e memorie, in particolare legate all’esperienza ESB.

Musica

Questa Joni meritava di più

Nella lunghissima attività discografica della cantautrice canadese, Don Juan’s Reckless Daughter ha la posizione scomoda tra 2 capolavori al culmine della sua crescita artistica.
Una crescita caratterizzata da continui cambiamenti, da ricerca, dal rimettersi in gioco.
È lei l’avventata figlia di don Giovanni.

Musica

Oggetti smarriti

È settembre 1980, quando Kate comincia a lavorare al suo quarto album. A 22 anni ha già allineato consensi globali, cumulato dischi d’oro, definito uno stile inconfondibile di autrice e cantante, differente da tutto ciò che circola nelle radio a quei tempi

Musica

Dieci dischi “audiophile” da evitare

Ero pronto, sissignore ero pronto. Avevo già messo in fila quattro dischi, non vi dirò se belli o se brutti, e stavo per dare principio a questa mia nuova e gradita collaborazione con XXX in forma, per così dire, classica.

Musica

Niente vergogna – “Shame”

Il destino di molti dischi è quello di essere stati riconsiderati molti anni dopo la loro uscita.
Non è sfuggito a questa regola “Shame” di Brad.
Il disco è del 1993 pubblicato dalla Epic Records e si può definire un progetto autoprodotto.

Musica

Separati dalla nascita. Così diversi, così uguali.

“City of Strangers” è un album in studio della cantante tedesca Ute Lemper, pubblicato agli inizi del 1995 dalla Decca e “Misty Eyed Adventures” è un album in studio della cantante irlandese Maire Brennan pubblicato anch’esso agli inizi del 1995 dalla BMG Records (mercato europeo) e Atlantic (mercato USA).